Thursday, September 07, 2006

BOOGEYMAN

Mi sveglio all’alba.
Quattrotrenta.
Ore 4.30.

Devo confessarti che non ti amo più – mi dice un uomo all’orecchio, quello sinistro.

Al buio mi sollevo di scatto dal mio letto rotondo, materasso ad acqua (un consiglio, se soffrite d’insonnia non commettete l’errore di comprarlo), giro la testa di qua e di là alla ricerca di un’ombra, di qualcosa o di qualcuno.

Poi capisco.

E’ il fantasma di quell’uomo che dimora dentro il mio armadio.
E ha sbagliato numero civico.
Se decidesse di farsi un giro di giorno capirebbe.
Al buio capita sempre di sbagliarsi.
E di scoparsi la moglie di qualcun altro…