Monday, April 24, 2006

UNPLUGGED - ONE


Sono quello che non vi dite o quello che non volete spiegarvi, sono la porta che dà su un burrone o lo specchio dove vi siete fatti poster, sono il vostro traguardo irraggiungibile o la fede nuziale su cui avevate puntato il dito, sono interrogativi di tette che vorreste cambiare e non sono l'Amen dopo il Corpo di Cristo, sono il tatuaggio stanco di un marinaio ubriaco e le vostre certezze a sbattere e risbattere contro i quattro angoli di una piscina, sono la pietra che non avete scagliato o i vostri silenzi che dicono sempre troppo, sono quello che non aspettavate e sono quello che cercavate, sono la vita da cane che intimamente sognate o le passerelle raso rosso su cui ancora sghignazzanti camminate, sono il Circo dei vostri vizi e sono la fiera alienata saltellante cerchi infuocati, sono il teschio delle vostre domande e sono Nostradamus tiratura illimitata che satelliterà incroci mortali ai vostri amori, sono il reduce che avete dimenticato e sono mine anti-bla, bla, bla, per puro culo disinnescate.
Tratto da "Fratture Multiple" edito da Bonelli Arte, introduzione di P. Bottai alle opere di Federico Guida